fbpx

Deduzioni forfettarie Unico 2020 redditi 2019 art. 66, comma 5 T.U.I.R. per padroncini, Snc, sas. gestione facilitata del software della WASAUTOTRASPORTI, uno strumento dedicato per una gestione attenta della Vostra attività.

Ogni Attività dedicata, necessita di Strumenti Dedicati

Deduzioni forfettarie Unico 2020 redditi 2019 art. 66, comma 5 T.U.I.R. per padroncini, Snc, sas. gestione facilitata del software della WASAUTOTRASPORTI, uno strumento dedicato per una gestione attenta della Vostra attività.

Confermate la deduzioni forfettarie per il periodo d’imposta 2020 (aggiornamento 2021)

Fissate in misura pari a quelle stabilite per il periodo d’imposta 2019 le misure agevolative riguardanti le deduzioni forfetarie per spese non documentate  (art. 66, comma 5, primo periodo, del Tuir) riconosciute a favore degli autotrasportatori nel 2021. Lo rende noto il dipartimento delle Finanze del Mef con un comunicato stampa del  30 giugno 2021.

Per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore oltre il Comune in cui ha sede l’impresa (autotrasporto merci per conto di terzi) è prevista una deduzione forfetaria di spese non documentate, per il periodo d’imposta 2020, nella misura di 48 euro.

La deduzione spetta una sola volta per ogni giorno di effettuazione del trasporto, indipendentemente dal numero dei viaggi.

Anche per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore all’interno del Comune in cui ha sede la ditta spetta una deduzione pari al 35% di quello riconosciuto per gli stessi trasporti oltre il territorio comunale (16,8 euro).

Con specifico riguardo alle modalità di compilazione della dichiarazione dei redditi, l’Agenzia delle entrate, con un proprio comunicato stampa, precisa che la deduzione forfetaria per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore va riportata nei quadri RF e RG dei modelli Redditi 2021 Pf e Sp, utilizzando nel rigo RF55 i codici 43 e 44 e nel rigo RG22 i codici 16 e 17, così come indicato nelle istruzioni del modello Redditi.
Tali codici si riferiscono, rispettivamente, alla deduzione per i trasporti all’interno del Comune in cui ha sede l’impresa e alla deduzione per i trasporti oltre tale ambito.

Normativa

Ai sensi del D.P.R. 22 dicembre 1986 n. 917, cd. TUIR, le imprese autorizzate all’autotrasporto di merci per conto di terzi riducono il reddito, determinato ai sensi dell’articolo 66 dello stesso DPR, di somme riconosciute a titolo di deduzione forfettaria di spese non documentate.

Il comma 652, dell’art. 1, della legge n.208 del 28 dicembre 2015 (legge di Bilancio 2016), ha introdotto una riduzione delle deduzioni forfetarie relative alle spese non documentate riconosciute agli autotrasportatori; a tal fine si stabilisce che esse spettino in un’unica misura (rispetto all’attuale distinzione tra trasporti regionali ed extra regionali) per i trasporti effettuati dall’imprenditore oltre il Comune in cui ha sede l’impresa e nella misura del 35% di tale importo per i trasporti effettuati all’interno del Comune.

Approfondimento

Deduzione 2019 autotrasportatori: chi può fruirne e in che limiti (articolo del 2020)

La deduzione forfetaria delle spese non documentate è prevista dall’art. 66, comma 5, del DPR 917/86 per le imprese autorizzate all’autotrasporto di cose per conto terzi.
La deduzione è fruibile dalle imprese autorizzate al trasporto di merci per conto terzi in contabilità semplificata, così come dalle medesime imprese in contabilità ordinaria per opzione (C.M. 50/E del 12 giugno 2002).
Sono, invece, escluse dall’agevolazione le imprese in contabilità ordinaria per obbligo.
Nel calcolo della deduzione è indispensabile tenere presente che:
La deduzione spetta una sola volta al giorno.
Quindi, se nella medesima giornata vengono effettuati ad esempio due viaggi, la deduzione è concessa comunque solo con riferimento ad un viaggio.
Nel caso di viaggi nella medesima giornata cui spettano deduzioni diverse, si può far valere la maggiore, tale aspetto viene gestito in automatico dal software gestionale, inoltre in situazioni particolari il risultato del software può essere sempre forzato sia per inserire deduzioni non considerate dall’automatismo o per considerarle di un importo maggiore di quello assegnato dal gestionale.
Possono fruire della deduzione solo i viaggi effettuati personalmente dall’imprenditore individuale o, in caso di società, dai soci di snc o sas che lavorano nell’azienda di autotrasporto (per le sas direi che rientrano solo i soci accomandatari)
Pertanto, la deduzione non spetta per i trasporti eseguiti dai dipendenti o dai collaboratori familiari.

La prova da presentare in caso di verifica fa parte dell’Agenzia delle Entrate

Come documentare le deduzioni forfetarie degli autotrasportatori
Il contribuente deve predisporre e conservare un prospetto recante l’indicazione dei viaggi effettuati e della loro durata e località di destinazione nonché degli estremi dei relativi documenti di trasporto delle merci o delle fatture o delle lettere di vettura.
La deduzione spetta una sola volta per ogni giorno di effettuazione del trasporto, indipendentemente dal numero dei viaggi.
Il contribuente deve predisporre e conservare un prospetto recante l’indicazione dei viaggi effettuati e della loro durata e località di destinazione nonché degli estremi dei relativi documenti di trasporto delle merci o delle fatture o delle lettere di vettura.
Caricando i viaggi giornalmente o con la periodicità che il cliente desidera il gestionale produce un prospetto presentabile all’Agenzia delle Entrate in vario formato Excel, Pdf, Word, a seconda delle diverse esigenze (ricordiamo che la foto del documento giustificativo) è un elemento in più in caso di smarrimento del documento originale in quanto L’Agenzia delle Entrate potrebbe sempre richiedere l’originale.
Certamente in caso di smarrimento del documento originale o della documentazione originale, con una denuncia preventiva di smarrimento rispetto ad una eventuale verifica dell’Agenzia delle Entrate, la presentazione della Foto o delle foto scaricabili da una funzione apposita del gestionale potrebbe essere presa seriamente in considerazione dall’Ente Verificatore.

Trasporti entro o oltre il Comune e Modello Redditi 2020

Le misure agevolative relative alle deduzioni forfetarie per spese non documentate a favore degli autotrasportatori nel 2020 sono fissate in misura pari a quelle stabilite per l’anno precedente. Lo ha reso noto il Mef con una nota pubblicata sul proprio portale in data 18 agosto, che ha evidenziato come ciò sia stato disposto in ragione dell’incremento delle risorse previsto con il decreto Agosto. Per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore oltre il Comune in cui ha sede l’impresa è prevista una deduzione forfetaria di spese non documentate, per il periodo d’imposta 2019, nella misura di 48,00 euro.
Per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore oltre il Comune in cui ha sede l’impresa (autotrasporto merci per conto di terzi) è prevista una deduzione forfetaria di spese non documentate, per il periodo d’imposta 2018, nella misura di 48,00 euro.
La deduzione spetta una sola volta per ogni giorno di effettuazione di trasporti, indipendentemente dal numero dei viaggi.
La deduzione spetta anche per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore all’interno del Comune in cui ha sede l’impresa, per un importo pari al 35 per cento di quello riconosciuto per i medesimi trasporti oltre il territorio comunale; in tale ipotesi, pertanto, la deduzione è pari a euro 16,80.

Le deduzioni possono variare ogni anno, in tal senso il software permette di gestire la deduzione autonomamente e di predisporre il prospetto anche per anni vecchi con deduzioni diverse per esempio in anni passati la deduzione variava tra trasporti effettuati tra regioni limitrofe e regioni non limitrofe. In tale senso visto che spesso gli importi diventano definitivi successivamente alla data di pagamento delle imposte, permette di considerare anche questa possibilità nel caso venisse introdotta nuovamente.
Quindi il software può essere utilizzato anche per “recuperare” prospetti compilati male o per verificare eventuali prospetti passati prima della presentazione all’Agenzia delle Entrate.

Autotrasportatori Unico 2020 redditi 2019 art 66 comma 5 TUIR: come compilare la dichiarazione dei redditi

REDDITI 2020 PF e SP:
• nel rigo RF55 vanno inseriti i codici 43 e 44;
• nel rigo RG22 vanno indicati i codici 16 e 17, che si riferiscono alla deduzione per i trasporti all’interno del Comune in cui ha sede l’impresa e alla deduzione per i trasporti che vanno oltre l’ambito comunale.
Tali prospetti della dichiarazione dei redditi, verranno compilati dal Vostro consulente di fiducia possono variare di anno in anno a seconda delle istruzioni ministeriali relative alla compilazione del modello di dichiarazione dei redditi.

WASAUTOTRASPORTI UN AIUTO importante, per evitare rischi in caso di verifica

Pertanto il gestionale wasautotrasporti a seconda di come viene considerato l’autista padroncino (ditta individuale) o socio di Snc o Sas) applicherà le deduzioni forfettari descritte in questo articolo e generà dei prospetti in vario formato in excel, pdf, word, se invece l’autista è un dipendente, il gestionale vi aiuterà nel calcolo delle deduzioni forfettarie ex art. 95 come illustrate in altro articolo di questo blog sempre generando i dei prospetti in vario formato in excel, pdf, word.

Immaginate di on avere la documentazione a posto e di ricevere una verifica fiscale che potrebbe riguardare anche più anni, non avere la documentazione ordinata e atta da essere presentata, può essere un grosso rischio fiscale.

Gli importi possono essere importanti, ma perché rischiare? ne vale la pena? gestisci la tua attività in modo ordinato- tieni memoria dei viaggi e fai delle foto ( tramite smartphone sia da parte tua che dei tuoi dipendenti) di riserva dei documenti che in caso di smarrimento degli originali, previa preventiva denuncia di smarrimento dei documenti originali  prima della eventuale verifica, possono essere validi documenti di prova.

Non affidarti alla fatalità, non rischiare, WASAUTOTRASPORTI può essere uno strumento che ti agevola molto, per la tua tranquillità e per dare sicurezza alla tua attività, inoltre avrai sempre una foto per dimostrare i viaggi effettuati al tuo committente.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *